Quaresima di carità 2016

Vinci l'indifferenza e conquista la pace

Pace 2016

Progetto Decima: una scelta di giustizia e fraternità

“ Qui non si tratta di mettere in ristrettezza voi per sollevare gli altri, ma di fare uguaglianza. Per il momento la vostra abbondanza supplisca alla loro indigenza, perché anche la loro abbondanza supplisca poi alla vostra indigenza…” ( 2 Cor.8,12-14)

Tante parole si sono dette, in questi mesi, per lamentare una crisi economica che non sembra finire; troppe ne sono state spese anche colpevolizzando ingiustamente chi ha necessità di accoglienza, quasi fosse responsabile delle difficoltà che tanti di noi vivono per la ricerca di un lavoro e di una casa!

 Purtroppo ancora pochi sono stati,  invece, i tentativi di agire concretamente per sostenere, da un lato, chi fa più fatica e, dall’altro, per agire sulle cause di una crisi che ha radici in modelli di sviluppo da ridiscutere.

Nella nostra Comunità Pastorale un’azione è stata compiuta ed ha avuto la CONCRETEZZA e l’EFFICACIA  di quelle azioni che cambiano il cuore e la vita! Per il terzo anno consecutivo, infatti, il PROGETTO DECIMA  è stato  accolto da decine di famiglie che hanno voluto condividere una parte del loro reddito mensile, affinchè, attraverso la Caritas, potesse servire ad alleggerire le difficoltà di famiglie piegate dalla perdita del lavoro o dai debiti per la casa. Commuoveva, a volte, l’apertura delle decine di buste raccolte ogni seconda domenica del mese: come nel libro degli Atti, ciascuno dava ciò che poteva secondo le sue possibilità, chi 10 euro , chi 20, chi 50 o 100, a volte persino 500 euro , segno di una generosità anonima e fedele, che non ha avuto bisogno di riconoscimenti o di pubblicità, ma è stata segno di solidarietà per tutti!

In questa terza annualità, dal dicembre 2014 alla fine di luglio 2015, sono stati raccolti in totale euro 50.596 che sono andati a costituire il fondo della Decima 2014-2015. La spesa sostenuta per l’aiuto alle famiglie in difficoltà che sono state segnalate ed accompagnate dalla Caritas, alla fine di Agosto , ammonta ad euro 58.739,52.  Abbiamo cioè speso più di quanto raccolto e l’abbiamo fatto sapendo di poter contare sulla generosità della nostra comunità!

 E come sono stati spesi questi soldi? I nuclei che abbiamo contattato, conosciuto e sostenuto dall’inizio del Progetto Decima sono complessivamente 105, nuclei familiari di due o più persone, prevalentemente con figli minori, italiani e stranieri  in ugual misura;  per alcuni di questi nuclei siamo intervenuti con un aiuto “una tantum” al fine di pagare la caparra o le prime mensilità d’affitto di una casa trovata dopo ricerche faticose, dopo uno sfratto esecutivo o nella necessità di uno spostamento dovuto a motivi economici o lavorativi. Per altri il sostegno offerto è stato più continuativo: un aiuto per il pagamento delle utenze, delle spese scolastiche o mediche ( occhiali per i bambini o cure particolari), della spesa settimanale che diventa un problema quando vengono a mancare le entrate. Per il trenta per cento circa dei nuclei accostati, l’aiuto è stato risolutivo perché ha permesso di voltare pagina, sanando un debito importante o garantendo l’avvio di un nuovo percorso abitativo; molti degli altri sono tornati più volte da noi, perché ancora non sono usciti dalla situazione di disoccupazione o di grave difficoltà. Abbiamo cercato di lavorare insieme a chi, nel nostro territorio, si occupa a vario titolo di queste situazioni, ma soprattutto abbiamo cercato di caratterizzare il nostro aiuto con una relazione che fosse il più possibile accogliente, non giudicante, calda. Perché non è facile per nessuno ritrovarsi in gravi difficoltà economiche e dover chiedere aiuto, spesso dover ammettere di non riuscire a mantenere i propri figli  provoca problemi di rapporto tra i coniugi, reazioni di fragilità o di rabbia, divisioni ed allontanamenti; e tutto questo non fa che aggravare le difficoltà già pesanti da portare.

 Poterci presentare a nome della comunità, poter raccontare che l’aiuto offerto veniva dallo sforzo di tanti che, in nome di una fraternità possibile, si stavano impegnando gratuitamente a dare qualcosa di proprio per aiutare altri,  poter garantire riservatezza e libertà, è stata spesso la chiave che ha permesso la nascita di una nuova fiducia!

Per questo vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno aderito generosamente al Progetto Decima e che hanno dato fiducia a chi in esso si è speso a nome della Comunità!

 Un GRAZIE sincero da parte di tutti coloro che hanno ricevuto un aiuto concreto e una lode al Signore che ha permesso che tutto ciò avvenisse con libertà e trasparenza!

Continueremo, anche nel prossimo anno pastorale, a proporre alla Comunità questo percorso di giustizia, accanto ad altri progetti e gesti di carità, perché come si legge nella lettera ai Corinzi “ l’abbondanza chi può supplisca all’indigenza di chi ora non può”, creando una circolazione dei beni che è la profezia del nostro essere chiamati a vivere da fratelli!

I volontari della Caritas di Comunità Pastorale

Decima 4

Incontro ad ogni persona

con la bontà e la tenerezza di Dio

Progetto di carità per l'anno pastorale 2015-2016

 Scarica il volantino...

Decima - terzo anno

Nessuno tra loro era bisognoso

Scarica qui il volantino per l'adesione e riconsegnalo dopo le messe o in segreteria parrocchiale

Caritas

logo caritas

La Commissione Caritas si occupa di:

  • sensibilizzare la Chiesa locale e i singoli fedeli al senso e all'impegno della Carità, nelle forme consone ai tempi e ai bisogni
  • gestire una serie di opere segno sul territorio:

Centro di prossimità alimentare 
Gruppo ministri straordinari eucarestia 
Scuola di italiano per stranieri 
Famiglie che si prendono cura 
Rete di accoglienza abitativa 
Guardaroba comunitario


 

Per contatti scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi

FacebookTwitterRSS Feed