• Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
TU SEI QUI: La parola - Anno 2018 Una festa di popolo

Una festa di popolo

E-mail Stampa

2018-06-03_corpus-domini.png

Il Corpus Domini (Corpo del Signore), è sicuramente una delle solennità più sentite a livello popolare. Vuoi per il suo significato, che richiama la presenza reale di Cristo nell’Eucaristia, vuoi per lo stile della celebrazione.

Pressoché in tutte le diocesi infatti, si accompagna a processioni, rappresentazione visiva di Gesù che percorre le strade dell’uomo. In molte Chiese locali tra cui obbligatoriamente a Milano, anche alla luce della recente riforma del calendario ambrosiano, la data della festa e la processione eucaristica, rimane al giovedì. Ma nelle parrocchie per motivi pastorali la festa del Corpus Domini e le relative processioni vengono spostate alla domenica successiva e così faremo anche noi di Erba con la processione cittadina che partirà dalla Chiesa di Arcellasco per concludersi alla Chiesa prepositurale.

Anche a Roma il Papa ha deciso di spostare alla domenica la processione del Corpus Domini. In particolare quest'anno Francesco celebrerà il Corpus Domini a Ostia. (Con tutto quello che succede in quella città). Il 3 giugno infatti alle 18 il Pontefice presiederà l'Eucaristia nella piazza antistante la parrocchia di Santa Monica dalla quale partirà la processione che giungerà nel piazzale vicino alla chiesa di Nostra Signora di Bonaria dove il Pontefice impartirà la benedizione ai fedeli. Si interrompe così una tradizione che da oltre quarant'anni prevedeva il rito a San Giovanni in Laterano.

Al tempo stesso Bergoglio, ripercorrendo i passi di Paolo VI che proprio a Ostia nel 1968 guidò la processione del Corpus Domini, sottolinea la centralità delle periferie, fisiche e esistenziali, nel suo pontificato.

Radio Mater

bannerRMp





RADIO MARCONI

half_banner-2
half_banner-3

  • Photo Gallery
  • Audio Gallery
  • Video Gallery
TU SEI QUI: La parola - Anno 2018 Una festa di popolo