• Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
TU SEI QUI: La parola - Anno 2018 Giù le mani dal presepio.

Giù le mani dal presepio.

E-mail Stampa

2018-12-16_V-avvento.png

Ci risiamo ogni anno quando si avvicina il Natale si riaccendono polemiche sul presepio che è uno degli antichi modi per “narrare” il Natale, diventando così simbolo d’amore. Si sono scomodati in tanti sia quelli a favore sia quelli contrari, da sacerdoti e Vescovi a politici a giornalisti e così via. Il luogo più controverso per la collocazione di un presepio rimane la scuola. La presenza di religioni diverse e culture diverse diventa inevitabilmente, motivo di scontro e comunque motivo di discussioni infinite.

Parlare in generale di questo dibattito ci porterebbe lontano e prima di trovare una ragione condivisa saremo già all’Epifania e sarà ormai tempo di rimettere tutto negli scatoloni. Voglio invece raccontare un’esperienza positiva della scuola di Crevenna.

Da quando sono in parrocchia ho sempre avuto la possibilità, con l’autorizzazione della direzione scolastica, di incontrare i ragazzi e di benedire la scuola. Con la direzione abbiamo trovato una modalità che permette a tutti i ragazzi di partecipare all’incontro con il Sacerdote. Vi confesso che è una vera festa e tutti bambini cristiani e non si radunano insieme per incontrarmi e per ascoltare un racconto che propongo con un sottofondo legato alla nascita di Gesù e fino ad ora ne’ inseganti, ne’ bambini hanno avuto motivo di dimostrarsi irritati per i riferimenti religiosi che io propongo. Più volte mi sono chiesto come mai nella nostra scuola non trovi resistenze. La risposta forse è da cercare nel fatto che i ragazzi mi conoscono, con loro ho un rapporto di presenza sia in oratorio sia a catechismo. Gli altri, che cristiani non sono, ma sono ragazzi come gli altri, sono coinvolti in questo clima di euforia e di gioia che si crea con la mia visita alla scuola.

Ancora una volta ho notato che i ragazzi non si fanno problemi, forse se li fa qualche adulto, ma non è il caso di Crevenna. Fin che il clima sarà questo, lascio ad altri fare polemiche infinite. Se si sta in mezzo ai ragazzi e si vive con loro tutto diventa normale anche una benedizione di Natale.

Radio Mater

bannerRMp





RADIO MARCONI

half_banner-2
half_banner-3

  • Photo Gallery
  • Audio Gallery
  • Video Gallery
TU SEI QUI: La parola - Anno 2018 Giù le mani dal presepio.