• Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
TU SEI QUI: La parola Per non lasciare cadere la pace nella retorica buonista.

Per non lasciare cadere la pace nella retorica buonista.

E-mail Stampa

2019-01-06_epifania-del-signore.png

Papa Francesco nel suo messaggio per la giornata della pace, di cui abbiamo dato ampio spazio nel foglio della scorsa settimana, ha rivolto un invito pressante a vincere la paura: "Viviamo in questi tempi in un clima di sfiducia, scrive, che si radica nella paura dell'altro o dell'estraneo, nell'ansia di perdere i propri vantaggi, e si manifesta purtroppo anche a livello politico, attraverso atteggiamenti di chiusura o nazionalismi che mettono in discussione quella fraternità di cui il nostro mondo globalizzato ha tanto bisogno".

Il coordinamento per il "mese della pace" per riprendere i temi proposti dal messaggio del Papa propone una serie di incontri pubblici per fa cresce una cultura di pace e una ricerca di strade per raggiungerla. Il primo degli incontri si svolgerà presso il cinema-teatro Excelsior a Erba il 17 gennaio alle ore 21.00. Il titolo è molto intrigante: POLITICA BEATA O MALEDETTA? Paolo Lambruschi e Franco Monaco, giornalisti, insieme a don Walter Magnoni, responsabile per la nostra diocesi per la vita sociale e il lavoro, ci aiuteranno ad approfondire il delicato compito della politica nella costruzione della pace.

Papa Francesco dice che "la buona politica è via alla pace", ma quando la politica è buona o invece, non solo non porta alla pace, ma crea divisioni, contrasti sociali, emargina? Non è un tema facile. Il rischio è quello di creare ulteriori contrapposizioni e tensioni. Non è questo però il nostro intento, bensì quello di aiutare a guardare la politica per quello che in realtà deve essere: la ricerca del bene comune e non dei propri interessi.

Radio Mater

bannerRMp





RADIO MARCONI

half_banner-2
half_banner-3

  • Photo Gallery
  • Audio Gallery
  • Video Gallery
TU SEI QUI: La parola Per non lasciare cadere la pace nella retorica buonista.