Uniti da legami invisibili - racconto/1

L'acqua, che dopo percorsi sotterranei riemerge in superficie, doveva essere la protagonista della nostra passeggiata. E lo è stata. Ma non solo l'acqua che affiora nelle risorgive, anche l'acqua che piove dal cielo, e che in fondo le alimenta.

ritrovo

Il ritrovo...Siamo circa cento! 

La passeggiata comincia... “...noi tutti esseri dell’universo siamo uniti da legami invisibili e formiamo una sorta di famiglia universale, una comunione che ci spinge a un rispetto sacro, amorevole e umile” (dall'Enciclica Laudato si')

sosta tre ponti

La prima sosta...

bambini

Sul confine tra la zona urbanizzata e la zona verde. Alessandro ci racconta il percorso della Roggia Tre Ponti e di come l'acqua si infiltra attraverso terreni ghiaiosi e permeabili e poi scorre nel sottosuolo sopra superfici impermeabili, quelle che una volta erano i fondali del grande lago che univa l'attuale lago di Pusiano e quello di Alserio.

Si fa notare l'importanza di mantenere una netta separazione tra la zona verde e la zona urbanizzata. La città è arrivata ad un limite che non deve assolutamente superare.

seconda sosta

 La seconda sosta...

 sergio

 Sul confine con la zona agricola, Sergio ci spiega l'importanza di mantenere delle zone verdi che fungono da corridoi per la migrazione degli uccelli. Ci racconta come questa zona, un tempo usata come discarica per i rifiuti, ora sia stata ripulita, ma occorre sempre vigilare per la sua conservazione. 

canale

La canalizzazione dell'acqua...

prato

In avvicinamento alla zona umida Rodilosso...Comincia a piovere!

ombrelli

Clicca qui x continuare...

 

Condividi

FacebookTwitterRSS Feed