Come sono belle le città che...

uomini e donne come noi
uomini e donne come noi
uomini e donne come noi
E' indispensabile prestare attenzione per essere vicini a nuove forme di povertà e di fragilità in cui siamo chiamati a riconoscere Cristo sofferente, anche se questo apparentemente non ci porta vantaggi tangibili e immediati: i senza tetto, i tossicodipendenti, i rifugiati, i popoli indigeni, gli anziani sempre più soli e abbandonati, ecc. I migranti mi pongono una particolare sfida perché sono Pastore di una Chiesa senza frontiere che si sente madre di tutti. Perciò esorto i Paesi ad una generosa apertura, che invece di temere la distruzione dell’identità locale sia capace di creare nuove sintesi culturali. Come sono belle le città che superano la sfiducia malsana e integrano i differenti, e che fanno di tale integrazione un nuovo fattore di sviluppo! Come sono belle le città che, anche nel loro disegno architettonico, sono piene di spazi che collegano, mettono in relazione, favoriscono il riconoscimento dell’altro!
Papa Francesco - Evangelii Gaudium n° 210
 
 

Eletti Consiglio di Comunità Pastorale

Elezioni Consiglio di Comunità Pastorale

Sabato 18 e Domenica 19 Aprile
in tutte le Messe della Comunità Pastorale sarà possibile votare per il rinnovo
del Consiglio Pastorale di Comunità
Ecco i candidati:

Uomini e donne come noi

Uomini e donne come noi

Buona Pasqua!

 

 

Condividi

FacebookTwitterRSS Feed