Tradizione

La famiglia come veicolo privilegiato di trasmissione della fedeTradizione

Occorre sostenere il ruolo della famiglia nella trasmissione della fede alle nuove generazioni.La famiglia dovrà trovare nella Comunità cristiana un luogo naturale per la propria crescita e per l'educazione dei figli e la Comunità dovrà essere attiva nel sostenere e condividere lo sforzo educativo della famiglia incontrandola e fornendole il dovuto supporto.

Anche il ruolo della scuola e degli asili cattolici non deve essere trascurato: essi costituiscono una risorsa per la Comunità, un'occasione di avvicinamento alla famiglie ed un primo luogo di insegnamento per i bambini che ancora non frequentano gli oratori.

Azioni nell'anno 2012/2013

  • Incontri con i genitori dei bambini/ragazzi dell'iniziazione cristiana

La Parola al centro e la cura della celebrazione liturgica

La frequentazione della Parola di Dio deve essere sempre più incentivata: oltre al ruolo centrale che essa riveste nella liturgia, vanno sostenute anche tutte le altre forme di ascolto, studio e meditazione, quali ad esempio la lettura personale e la lettura comunitaria in Gruppi di ascolto.

Nelle azioni liturgiche il modo di pregare e di cantare devono sempre consentire all’assemblea dei fedeli una partecipazione attiva e consapevole. Occorre ridare voce ai gesti e ai simboli rendendoli capaci di parlare alle donne e agli uomini di oggi. Occorre ricercare nelle nostre Parrocchie, pur nel rispetto dell’originalità di ogni comunità, uno stile celebrativo il più possibile omogeneo e che sia coerente con le indicazioni provenienti dai documenti del Magistero sulla liturgia (ad esempio, in occasione del 50° anniversario del Vaticano II, si potrebbe rivedere insieme la Costituzione conciliare Sacrosanctum Concilium). Occorre infine promuovere la sobrietà pastorale a tutti i livelli, imparando a rinunciare a qualche iniziativa Parrocchiale per favorire e promuovere l’azione comunitaria. 

 Azioni nell'anno 2012/2013

  • Rilancio dei gruppi di ascolto della parola 
  • Giornata di ritiro per gli operatori pastorali
  • Esercizi spirituali quaresimali

La formazione permanente

Occorre ricercare una maggior integrazione ed estensione nei percorsi di catechesi con l'obiettivo di dare continuità e accompagnare la crescita nella fede dall’infanzia fino alla maturità. Sarà necessario studiare percorsi a livello di Comunità Pastorale, oppure promuovere percorsi già predisposti da altre realtà ecclesiali, sempre con l’attenzione a non sovrapporre e duplicare iniziative. La predicazione domenicale, soprattutto nei tempi forti, può essere sfruttata come modalità per suddividere in tappe un percorso di approfondimento spirituale verso un meta stabilita.

Occorre promuovere un’azione comunitaria nel settore della Pastorale giovanile, che coinvolga gli operatori e le strutture di tutte le parrocchie della Comunità Pastorale. Occorre infine una cura più organica e sistematica della formazione degli educatori sia sul piano professionale e tecnico che sul piano spirituale.

 Azioni nell'anno 2012/2013

  • Incontri di formazione sul Concilio Vaticano II [Decanato]
  • Ciclo di incontri biblici [Decanato]

Attenzione all’uomo di oggi

Occorre nella trasmissione della fede farsi carico delle domande, dei problemi e delle attese degli uomini di oggi. Serve quindi ricercare un linguaggio che penetri nel cuore dell'uomo contemporaneo, attingendo sia agli insegnamenti della Chiesa Universale che all’ampio spettro delle ricerche e degli studi antropologici e sociologici. Occorre anche sempre ricercare la coerenza tra ciò che diciamo e come viviamo, sapendo che il linguaggio più efficace per la trasmissione della fede è certamente quello della propria testimonianza di coerenza con il Vangelo.

Occorre infine favorire un dialogo aperto e sincero tra le persone, tra le generazioni, con chi partecipa ma anche con chi non partecipa alla nostra stessa Tradizione, sapendo che questa attenzione è tanto più urgente, quanto più la nostra società diviene pluralistica negli aspetti culturali e religiosi.

Famiglia

logo famigliaLa Commissione famiglia della Comunità pastorale si occupa di animare la pastorale famigliare.

Condividi

FacebookTwitterRSS Feed