Nicodemo

 "Quello che è nato dallo Spirito è spirito" (Gv 3,6) Che cosa fa lo Spirito di Dio? Egli con la sua luce rischiara la vita di quelli che, come è invitato a fare Nicodemo, si lasciano condurre dallo Spirito Santo. Questa è la strada di tutti coloro che, come Nicodemo, non fuggono dalla realtà, ma accettano di affrontare i propri dubbi, le proprie debolezze, le proprie oscurità. Scrutano perciò negli angoli bui della propria vita, della propria coscienza; sanno però di essere rischiarati dalla presenza e dal dono dello Spirito Santo. Non mancano nella vita momenti difficili, situazioni inquietanti, passaggi delicati. Ecco allora che lo Spirito Santo ci fa intuire il senso delle cose, il significato della nostra vita e di ciò che in essa accade; pensiamo alla malattia, alla perdita di una persona cara, al dolore innocente. Lo Spirito, se solo ci lasciamo condurre da Lui, ci avvolge con la sua luce ed il suo calore, mettendoci con decisione sulla via del Vangelo.

Mons. Angelo

S.Eufemia

 FESTA DI SANT’EUFEMIA PATRONA DELLA COMUNITÀ PASTORALE

La festa di S. Eufemia, alla quale è dedicata la nostra Comunità Pastorale, è un rinnovato invito a vivere questo percorso di Comunità come occasione privilegiata di comunione e di corresponsabilità, come via per essere più autenticamente Chiesa, e non semplicemente come modo per rendere più semplice, mediante l’unificazione di alcuni “servizi”, la vita delle singole Parrocchie, che la compongono. Questa festa è perciò l’invito a domandarci ancora una volta a che punto è la coscienza del nostro essere Chiesa. Infatti, come scrive l’Arcivescovo Mons. Mario Delpini nella Proposta pastorale per l’anno 2021-2022 “Unita, libera, lieta. La grazia e la responsabilità di essere Chiesa”, ”è l’unica Chiesa di Cristo che nutre le sue comunità, sopperendo alla stanchezza delle antiche terre di cristianità, per dare slancio alla missione”. Forse il cammino della nostra Comunità Pastorale risente un po’ di una simile stanchezza. Ecco allora l’invito a svegliarci dal torpore, per far trasparire il volto di una Chiesa che è comunione e missione.

Mons. Angelo

Maria

FESTA PATRONALE DI SANTA MARIA NASCENTE (5 – 8 settembre 2021)

Ritorna un appuntamento che ci è caro: la festa patronale di S. Maria Nascente, alla quale è dedicata la Parrocchia prepositurale. Una famiglia, come è anche la Comunità cristiana, vive anche dei momenti di festa; e questa è una festa che ha il colore e il calore di un’appartenenza. Per questo motivo è bello ricordare il cammino percorso insieme ad alcuni sacerdoti che hanno fatto parte – e spiritualmente continuano a far parte – della nostra Comunità. Essi sono: Don Giovanni Meraviglia, Don Stefano Rocca, Don Luigi Pisoni, Don Raffaele Anfossi, i quali in epoche diverse sono stati assistenti del nostro Oratorio e quest’anno ricordano uno speciale anniversario sacerdotale: Don Giovanni 60 anni di sacerdozio, Don Stefano 40, Don Luigi 25, Don Raffaele (che non potrà essere presente a motivo di un impegno inderogabile sopraggiunto solo alcuni giorni or sono) 20. Li affidiamo tutti nella preghiera alla nostra celeste patrona. Ed è a Maria che sarà dedicata anche la serata della festa dell’8 settembre. Lo faremo con le parole di Dante Alighieri, nel VII centenario della sua morte. Infatti un grande cultore del sommo poeta, Franco Nembrini, leggerà e commenterà il canto XXXIII del Paradiso: “Vergine madre, figlia del tuo figlio, | umile ed alta più che creatura, | termine fisso d'eterno consiglio”. È l’unica iniziativa, per ora, che si svolge nella nostra città per commemorare il grande poeta. Confido nella vostra partecipazione.

Mons. Angelo

grazie

GRAZIE ALLE SUORE DELLA CARITÀ BENVENUTO DON CARLO

Durante l’estate è giunta la notizia della cessazione della presenza delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret nella Parrocchia S. Maria Nascente, presenza iniziata nel lontano 1890. L’annuncio, dato domenica 18 luglio scorso, pone fine ad una presenza, iniziata nel lontano 1890, nelle realtà pastorali, educative ed assistenziali della comunità ecclesiale e cittadina erbese. Questo momento, che inevitabilmente porta con sé un po’ di sofferenza, è occasione per esprimere alle Suore la nostra più viva gratitudine per il tanto bene che hanno fatto in 131 anni di presenza tra noi.

Domenica 25 luglio scorso è stato annunciato l’arrivo Don Carlo Gerosa come nuovo Vicario della Comunità Pastorale S. Eufemia. Egli, che risiederà presso la Parrocchia S. Marta, sarà a servizio delle Parrocchie della Comunità Pastorale. Don Carlo, che proviene da Lecco, dove era Responsabile della Comunità Pastorale Beata Vergine di Lourdes, comprendente le Parrocchie di Acquate, Olate e Bonacina, ha 63 anni ed è originario di Lambrugo; giungerà tra noi nel corso del prossimo mese di settembre. Fin d’ora gli diamo il nostro benvenuto, gli diciamo la nostra disponibilità a collaborare con lui e gli assicuriamo la nostra preghiera per il suo ministero.

Mons. Angelo